Tempo di lettura: 3 minuti

Il campione del mondo Max Verstappen conquista la vittoria al Gran Premio di Arabia Saudita dopo una gara in cui la Red Bull ha messo nettamente in luce tutto il potenziale di cui dispone. Secondo a 549 millesimi di secondo Charles Leclerc combattivo e razionale con una Ferrari di altissimo livello. Un podio completato da Carlos Sainz in P3 leggermente meno efficace del compagno di squadra ma comunque ugualmente sul pezzo.

Il Gran Premio dell’ Arabia Saudita dopo aver offerto agli appassionati un grande spettacolo, decreta Max Verstappen vincitore della gara. Con una volata finale che riporta alla mente lo spettacolo delle gare che hanno visto protagonisti leggende del calibro di Gilles Villeneuve o Ayrton Senna.

L’olandese della Red Bull conquista la 22^ vittoria in F1 dopo una sfida esaltante con Charles Leclerc. Secondo per un soffio al traguardo e co-protagonista di un confronto fatto di sorpassi e controsorpassi. Quella tra il campione del mondo e il monegasco della Ferrari è stata una gara condotta con stile e rispetto delle regole. Mai sopra le righe nonostante rimanga una delle più combattute degli ultimi anni.

Uno spettacolo al quale speriamo la F1 ci abitui sempre più spesso, tattico oltre che velocistico. Perfettamente equilibrato anche nelle strategie di due team totalmente allineati. In cui solo la presenza delle bandiere gialle per la toccata tra Albon e Stroll all’ ultimo giro, ha impedito ai due contendenti un ulteriore assalto sul rettilineo d’arrivo.

In P2 – all’ arrivo a 549 millesimi dalla Red Bull – una Ferrari forse leggermente meno pronta sui tratti più veloci del circuito arabo. Posizione che peraltro non oscura il talento cristallino di Charles Leclerc uscito comunque vincente dalla disfida del Golfo Persico qui in Arabia.

Max Verstappen vince in volata

Le prestazioni della F1-75 assicurano anche a Carlos Sainz un terzo posto di tutto rispetto; che regala allo spagnolo il secondo podio consecutivo in due gare. Anche il numero 55 nonostante un ritardo, per la verità abbastanza ridotto, nei confronti del duo di testa ha messo in luce solide performance di guida. Che ne confermano il talento e fanno di lui il perfetto compagno di squadra ma anche il diretto inseguitore in classifica di Leclerc.

Quarto posto per l’altro Red Bull Sergio Perez, in pole position alla partenza ma sfortunato dopo il primo pit stop. Il messicano si trova attardato al rientro in pista dalla safety car conseguente alla incomprensibile uscita di pista della Williams di Latifi. E ingaggia una battaglia per il terzo gradino del podio con Sainz al rientro di quest’ ultimo dal suo pit stop. Ma lo fa nel modo sbagliato, trovandosi costretto dalla direzione di gara a cedere la sua posizione allo spagnolo. Per averlo superato mentre questi si trovava in vantaggio sulla linea di uscita dai box.

Ancora crisi profonda per Lewis Hamilton. Che nonostante la 16^ posizione al via tenta di dominare una Mercedes che almeno per lui presenta ostacoli ancora molto difficili da superare. Il suo decimo posto in qualche modo stride con la quinta posizione del suo compagno di squadra George Russell. Che durante l’intero weekend ha sopravanzato con successo il sette volte campione del mondo apparso sempre in difficoltà.

Bellissimo anche il duello tra i due alfieri della Alpine, Fernando Alonso ed Esteban Ocon, impegnati anche loro in una sfida al limite nei primi dieci giri di gara. La loro è una sfida  moderata soltanto dalla preoccupazione della direzione tecnica del team transalpino, che li frena con un team radio particolarmente eloquente riferito al mantenimento delle posizioni. Solo Ocon terminerà la gara in P6 dopo aver visto fermarsi Alonso al 36° giro all’ entrata dei box, con il motore completamente fuori uso. In attesa del Gran premio di Australia in programma tra due settimane, questa è la classifica del GP d’Arabia Saudita:

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.