Tempo di lettura: 4 minuti

Il team Williams nelle giornate del 15 e 16 Febbraio ha presentato, prima la livrea e poi la monoposto per il campionato 2022. La vettura si chiama FW44 ed è stata ufficialmente svelata al pubblico soltanto nel filming day successivo alla presentazione della livrea per la prossima stagione. La FW44 sarà la prima auto creata dopo la scomparsa del fondatore della squadra Sir Frank Williams.

Con una modalità ormai abituale nel panorama delle presentazioni 2022 il team Williams ha svelato, martedi 15 febbraio, la livrea che accompagnerà il team nella stagione di F1 2022. Rimandando, soltanto al successivo filming day del 16 febbraio, la vera presentazione della monoposto per la prossima stagione. La FW44 che parteciperà con Nicolas Latifi e Alex Albon al campionato della prossima stagione.

La FW44 “manichino” mostrata nello showdown della livrea Williams

L’esposizione del “vestito” della nuova vettura, da quest’anno quasi interamente nei toni del blu, evidenzia la scarsità degli sponsor del team inglese. Lasciando presagire (…ma speriamo non sia così) difficoltà di carattere economico che accompagneranno lo sviluppo del progetto FW44 durante la prossima stagione. Un progetto che, da quanto visto in pista nel filming day, ricalca alcune delle soluzioni già viste nelle vetture presentate nei giorni scorsi ma ne reinterpreta altre in maniera personale.

La FW44 “reale” mostrata nel filming day del 16 febbraio 2022

L’ ala anteriore della nuova Williams appare infatti molto simile a quanto già mostrato, nel proprio showdown, dalla McLaren MCL36. Scavata nella parte centrale e sostenuta da un musetto arrotondato che lascia libero solo il primo flap dell’ appendice aerodinamica. Un musetto che rispetto alla connanzionale britannica appare però più convesso almeno sino alle sospensioni anteriori.

In questo settore la nuova Williams ricalca il classico schema push-rod all’ anteriore e pull-rod al posteriore; evidenziato da quasi tutte le altre monoposto mostrate finora. Senza aggiungere particolari innovazioni ad un elemento su cui probabilmente si è preferito non sperimentare.

La monoposto vista in pista si differenzia invece  dalle altre auto in particolare per ciò che riguarda il corpo centrale le fiancate della vettura. Le pance della FW44 partono infatti particolarmente alte per poi letteralmente scomparire nella parte posteriore con uno “scivolo” particolarmente accentuato. Una soluzione simile a quella mostrata da Haas ma che rispetto a quest’ultima risulta ancora più accentuata.

Particolarmente importante il volume del cofano motore. Sormontato da un generoso airscope di forma quadrata/rettangolare, segno forse di una maggiore necessità di raffreddamento del propulsore Mercedes. Già in qualche modo evidenziata ad esempio dalle “griglie” aperte sulla parte superiore delle fiancate della AMR22, anch’essa motorizzata dalla stella a tre punte.

Le poche immagini diffuse non lasciano intravedere la reale conformazione del posteriore della FW44. Che probabilmente a questo punto osserveremo nel dettaglio soltanto nei test pre-stagionali del Bahrain.

Nella nuova livrea del Mondiale 2022, tra le novità cromatiche mostrate durante l’evento online, si nota un particolare che fa capire quanto l’assenza di Sir Frank Williams, fondatore della squadra, si faccia sentire. Si tratta dell’assenza del logo legato al grande pilota brasiliano Ayrton Senna. Un tributo dedicato, sin dal 1994, dal patron della scuderia al grandissimo campione. Scomparso proprio a bordo di una Williams il 1° maggio dello stesso anno. La scelta è stata motivata, dal team principal Jost Capito.

”La decisione è stata che vogliamo andare avanti nel futuro. Stiamo entrando in una nuova era, abbiamo una nuova macchina. E abbiamo ristrutturato anche il nostro museo, dove abbiamo un’area speciale per celebrare Ayrton. Penso che dobbiamo guardare al futuro ora. E non mostrare ai piloti la ‘S’ tutte le volte in cui salgono in macchina, ricordandosi di quello che è successo. Ora è il momento per il team di andare avanti, rimanendo molto rispettosi nei confronti di Senna dedicandogli uno spazio nel museo dove onorarlo”.

Logo Dedicato Alla Memoria Di Ayrton Senna
Il logo di Ayrton Senna rimosso dalla Williams FW44

Forse in questo caso la voglia di guardare al futuro, potrebbe non essere la giustificazione giusta per relegare un passato glorioso alle teche di un museo. Specialmente da quando il sorriso di Sir Frank non c’è più…

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.