Tempo di lettura: 2 minuti

All’ Hungaroring si riaccende la battaglia dei tempi tra Mercedes e Red Bull. La stella a tre punte regge bene (specialmente in FP2 e FP3) l’assalto del “Toro Inglese” (Verstappen primo in FP1). Dopo l’apparizione fugace di Bottas, primo in FP2, il Campione del mondo in carica, in FP3 agguanta il miglior tempo. Confermando la velocità di una Mercedes ritrovata. Buona la Ferrari con Sainz P4 e Leclerc P5 in FP3.

La Formula 1 si riaffaccia dopo due settimane di stop. Con il week end di gara sul circuito dell’ Hungaroring per il Gran Premio di Ungheria.

Un week end che ancora una volta si preannuncia “al calor bianco”. Dopo la trasferta inglese, nella quale i due attuali contendenti al titolo si sono affrontati mostrandosi i denti. Le polemiche sull’ incidente tra Verstappen ed Hamilton, verificatosi durante i primi giri a Silverstone, hanno infatti tenuto banco durante tutto l’arco di questi 15 giorni. Coinvolgendo inevitabilmente anche le loro scuderie (e relativi Team Principal) a confrontarsi su un piano che decisamente poco ha a che vedere con lo sport.

L’ apertura del fine settimana in Ungheria resta comunque appannaggio dell’ attuale leader di classifica. Che dopo il botto a 51 G del Gran Premio di Gran Bretagna sembra tornato più agguerrito che mai. Max infatti si assicura la testa delle FP1 con un distacco minimo (0,061 secondi) dalla Mercedes di Valtteri Bottas.

Affrontando il circuito ungherese con una grinta addirittura superiore a quella che siamo abituati a vedere nelle gesta del campione olandese. A 0,167 secondi Lewis Hamilton, concentrato più sulla ricerca di un setup adatto alle qualifiche che sui risultati, sicuramente meno importanti, delle libere.

La Mercedes però mostra un alto grado di competitività sia nelle FP2 (primo Bottas, secondo Hamilton, terzo Verstappen) che nelle FP3 (primo Hamilton, secondo Verstappen, terzo Hamilton). Chiarendo agli avversari della Red Bull e più nello specifico all’ olandese che non sarà facile mantenere la testa della classifica.

Buone impressioni per la Ferrari all’ Hungaroring che, concentrata più che mai sulla ricerca del passo gara e speranzosa in una condizione meteorologica favorevole, impegna Leclerc e Sainz nella ricerca del setup.

Una preparazione che permette ai due alfieri in rosso di raggiungere P4 e P7 durante la FP1, ma che li tiene lontani dalla top ten nella FP2. Buono invece il risultato in FP3 che li vede in P4 (Sainz) e P5 (Leclerc).

Carlos Sainz – Ferrari

Questi i risultati delle tre sessioni di prove libere del GP d’Ungheria.

Alle 15:00 (ora italiana) di nuovo in pista in per la riapertura delle ostilità tra i due contendenti al titolo mondiale.

, , , , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.