Tempo di lettura: 3 minuti

La Formula 1 si avvia verso un nuovo corso. Presentando, in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone, la “concept car” relativa alle vetture 2022. Molte le novità regolamentari introdotte nella progettazione dei bolidi che correranno la prossima stagione del Campionato di F1. Dall’ effetto suolo ai cerchi da 18”. Passando per un’ aerodinamica con meno interferenze che (si spera) agevolerà i sorpassi.

La nuova era della Formula 1 2022 comincia dalla pista dove tutto ha avuto inizio 72 anni fa: il circuito di  Silverstone. In occasione del Gran Premio di Gran Bretagna che si disputerà in questo fine settimana, cadono infatti i veli sul concept delle vetture che disputeranno la  prossima stagione del Campionato del Mondo di F1.

Il modello concept F1 2022 presentato oggi

Un campionato che vedrà applicate le regole tecniche già previste per la stagione in corso. La cui realizzazione è stata rinviata di un anno a causa della crisi pandemica ancora in corso.

Molteplici cambiamenti che disegneranno vetture la cui aerodinamica semplificata, almeno nelle intenzioni, favorirà una maggiore possibilità di sorpasso. Interferendo in maniera meno importante su quella “dell’ inseguitore” durante una manovra di questo tipo.

Caratterizzano il progetto l’adozione di cerchi da 18” (simili a quelli già in uso in F2) completamente carenati e di un musetto affusolato. Che termina in un ala anteriore molto più semplice rispetto a quelle attualmente in uso; accompagnata su entrambi i lati da due “winglet” (le paratie verticali terminali) particolarmente importanti.

L’ala anteriore completata dalle due winglet terminali

Un accorgimento finalizzato alla riduzione della resistenza indotta dai vortici alle estremità dell’ ala principale.

L’aerodinamica della vettura viene completata da un’ ala posteriore dalla forma particolarmente avveniristica. Che rende tra l’ altro esteticamente molto gradevole, l’ aspetto della nuova monoposto.

Ross Brawn e Nikolas Tombazis, rispettivamente managing director e  direttore tecnico FIA per la sezione monoposto, hanno presentato l’evento chiarendo le intenzioni e le aspettative di una F1 che cambia.

“Sembra che sia passata un’ eternità da quando la F1 ha annunciato i suoi nuovi regolamenti” ha dichiarato Brawn. “Ma dopo un anno di rinvio per la pandemia siamo arrivati ad appena 170 giorni dall’inizio del mondiale 2022. Quando vedremo la nuova generazione di vetture di F1 scendere in pista.

C’è molto entusiasmo attorno a questa nuova era. E nonostante il 2021 sia una stagione ricca di battaglie resta la difficoltà, per le vetture, nel rimanere in scia l’ una con l’ altra durante le gare. I regolamenti 2022 risponderanno a questo problema e creeranno più opportunità di battaglie ravvicinate e di duelli ruota a ruota. L’ effetto combinato dei nuovi regolamenti aerodinamici e del cost cap creerà le condizioni per un campionato più bilanciato. E per avere distanze prestazionali meno ampie in griglia”.

“Il 2022 aprirà una nuova era per il mondiale di F1” ha aggiunto Tombazis. ”Con l’ introduzione di uno dei più grandi cambiamenti regolamentari nella storia di questo sport. La FIA ha condotto una collaborazione superba, a fianco della F1 e dei team. Per identificare le aree che sentivamo potessero avere il maggiore impatto sulla capacità delle vetture di stare più facilmente in scia. Insieme alle nuove regole adottate dal punto di vista finanziario, il nuovo regolamento tecnico dovrebbe avere un impatto positivo sullo spettacolo ma anche sulla sostenibilità di questo sport”.

Argomentazioni queste che troveranno una definitiva conferma, soltanto dopo l’ inizio della stagione 2022. Che si preannuncia come un passaggio chiave nell’intera storia della classe regina.

Dopo le presentazioni dunque, parola alla pista…

La presentazione in pista del concept F1 2022
, ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.