Tempo di lettura: 4 minuti

Max Verstappen con una gara al comando dall’inizio alla fine, si aggiudica la quinta prova del Mondiale 2021: il Gran Premio di Monaco. In una sequenza di colpi di scena, iniziata ancor prima della partenza con il ritiro della vettura di Charles Leclerc, l’olandese e la Red Bull conquistano la testa della classifica iridata. Ottima prestazione di Carlos Sainz Jr. con l’altra Ferrari in P2 al termine. Disastro Mercedes con Bottas ritirato ed Hamilton 7°.

Dopo lo zero segnato da Charles Leclerc con la mancata partenza, nel GP di Monaco 2021 la roulette di Montecarlo premia con la vittoria il n. 33 di Max Verstappen. L’olandese infatti si aggiudica la gara monegasca con un dominio assoluto sin dal primo giro. Che una volta di più afferma il buon momento della Red Bull e del suo pilota.

Una prestazione per la verità favorita dall’ assenza di un motivatissimo Charles Leclerc, di casa qui a Monaco, che non ha preso il via dopo la rottura del semiasse posteriore sinistro della sua SF21. Un guasto che lascia molti interrogativi dopo l’ incidente, successivo alla pole del sabato, subìto dal pilota monegasco. Un avvenimento che, nonostante l’urto importante con il guard-rail sembrava non aver lasciato conseguenze sulla SF21. E sul quale i tecnici di Maranello in mattinata avevano dato ampie rassicurazioni riguardo le condizioni della scatola del cambio, componente di cui ci si poteva aspettare la rottura.

Alle domande dei media ha risposto alla fine della gara Mattia Binotto, team principal del team modenese. Cercando di spiegare le cause del guasto al componente della vettura n. 16.

“Le sensazioni sono contrapposte, peccato per Charles e contenti per Carlos – ha detto Binotto –. Avevamo una macchina che si è comportata bene per tutto il weekend. Dovremo guardare la macchina di Charles, si è rotto qualcosa tra il semiasse e la ruota sinistra. Può essere anche qualcosa di slegato dall’incidente di ieri, perchè la botta l’ha presa a destra. Potevamo guadagnare più punti, Leclerc poteva giocarsi la vittoria con Verstappen. Abbiamo avuto un problema di affidabilità che può essere slegato dall’incidente, dovremo valutare”.

Una spiegazione che comunque non cancella ancora definitivamente i dubbi sulle possibilità di sostituzione del cambio di Leclerc. Che gli sarebbe certamente costata la pole ma che gli avrebbe permesso l’eventuale recupero delle posizioni durante la gara, conducendolo nella peggiore delle ipotesi al podio.

La partenza di Verstappen, dalla virtuale pole position dietro alla piazzola vuota della Ferrari, ha dato la possibilità all’ olandese di trovarsi immediatamente davanti a Valtteri Bottas, scattato al suo fianco dal via. Impegnato a sua volta a difendersi da un arrembante Carlos Sainz, che prudentemente si è attestato in terza posizione alle spalle del finlandese.

Le posizioni subito dopo la partenza del GP di Monaco 2021

Lo spagnolo, a Monaco, ha trovato un’ ottima sintonia con la sua monoposto sin dalle prime battute di gara. Riuscendo a reggere i ritmi dei concorrenti e dichiarando immediatamente un passo gara superiore a quello della Mercedes di Bottas.

Tutto questo sino alla sosta del pilota della Mercedes. Che, a causa di un problema al bullone di fissaggio dell’ anteriore destra, non ha potuto procedere al cambio di tutte le gomme ed è stato costretto al ritiro. Un salto in avanti per Sainz che ha conquistato la P2, mantenuta meritatamente sino alla fine della gara.

Ottimo terzo Lando Norris che, dopo una lunga ed estenuante battaglia con la Red Bull di Sergio Perez (P4 al termine) decisamente più veloce della sua McLaren, difende il suo posto sul podio con autorevolezza.

Lando Norris – McLaren

Un comportamento in pista, diametralmente opposto a quello del suo compagno di squadra Daniel Ricciardo dodicesimo al termine e addirittura doppiato da Lando.

A Perez che comunque porta punti preziosi per il campionato costruttori alla Red Bull, non resta che accontentarsi della quarta piazza, in attesa di tempi migliori.

Buonissimo quinto posto per un finalmente ritrovato Sebastian Vettel. Che in un grande classico dei circuiti di F1 riafferma le sue capacità, con una gara decisamente al di sopra delle aspettative del suo stesso team.

Dietro di lui, in P6, Pierre Gasly che qui a Monaco si dimostra come il vero capo squadra di un Alpha Tauri dignitosa. Ma nonostante tutto mai in lotta per le posizioni di testa con l’altro pilota Yuki Tsunoda, al termine in P16.

Gara nervosa per Lewis Hamilton, non all’ altezza della sua fama durante tutto il weekend di Montecarlo. Anche a causa di una Mercedes a sua volta appannata e diciamo così “fuori sincrono” con il suo pilota di punta.

L’inglese concluderà settimo, estremamente contrariato con il team per un pit stop, dal suo punto di vista, prematuro e suicida. Un atteggiamento che lo vede scaricare, forse anche in maniera poco obiettiva, le colpe di una gara sottotono sulla sua squadra.

Bravissimo Antonio Giovinazzi che con il 10° posto conquista il primo punto del 2021, alle spalle di Esteban Ocon. A sua volta decisamente superiore al blasonato compagno di squadra, Fernando Alonso, apparso stanco e particolarmente opaco durante tutto il fine settimana di gara.

Questa la classifica finale del gran premio di Monaco:

Immagine

Prossimo appuntamento in Azerbaijan sul circuito cittadino di Baku, tra due settimane.

, , , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

1 Comment

  1. […] Formula 1 | GP di Monaco: sulla roulette di Montecarlo vince Verstappen. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.