Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo l’ottima giornata di prove libere del giovedì la Ferrari con Charles Leclerc si assicura la pole position del GP di Monaco. Una eccezionale prestazione, del monegasco dopo una Q3 combattutissima ed un colpo a muro che fa terminare in anticipo l’ultima sessione di qualifica. Quarto posto per Carlos Sainz con l’altra Ferrari. Secondo Verstappen a 0”230 dal poleman, mentre è solo 7° Hamilton.

Charles Leclerc si aggiudica la pole position del GP di Monaco con il tempo di 1’10”346. Dopo una eccellente qualifica del Cavallino che mostra qui a Monaco miglioramenti decisi.

Leclerc, durante l’ultimo minuto di qualifica dopo aver ottenuto la pole urta le barriere. Spezzando il braccetto della sospensione anteriore destra della sua SF21 e colpendo con il posteriore della sua vettura il guard rail opposto, dopo aver perso direzionalità.

Il colpo al posteriore, desta una certa apprensione per il retrotreno ed il cambio della monoposto. Che saranno esaminati durante le prossime ore per verificarne la funzionalità.

La Ferrari stabile e veloce durante questa prima parte del weekend denuncia comunque un grande passo gara con entrambi i piloti. Un miglioramento che proprio a causa dell’ interruzione anticipata delle qualifiche lascia deluso Carlos Sainz Jr. che raggiunge soltanto la P4.

Lo spagnolo, particolarmente a suo agio con la Ferrari qui a Montecarlo, ha espresso la propria amarezza per non essere riuscito a raggiungere almeno il secondo posto in griglia. Dichiarando che per domani c’è ancora qualcosa da mettere a punto, intenzionato com’è a disputare una gara all’attacco.

P2 per Max Verstappen e la sua Red Bull. Che hanno mostrato effettivi  progressi, sia in velocità che sul passo gara, rispetto alla giornata di prove libere dove erano leggermente arretrati rispetto alle rosse.

Una prestazione che fa da contraltare a quella del suo compagno di squadra Sergio Perez soltanto nono in qualifica. Mai effettivamente in grado di poter avvicinare Verstappen in termini di velocità in pista. Il messicano, ancora non ben in sintonia con la sua monoposto, mostra problemi di setup. Che determinano un difficile raggiungimento della giusta temperatura di esercizio dei pneumatici.

Soltanto settimo il Campione del Mondo Lewis Hamilton, anche lui alle prese per tutto il weekend con problemi di temperatura di esercizio delle gomme con la sua W12. La vettura anglo-tedesca infatti ha richiesto per ogni sessione due o tre giri di riscaldamento per il raggiungimento della giusta finestra di funzionamento degli pneumatici. Un problema sofferto in minor misura da Valtteri Bottas che ha raggiunto la P3 con relativa facilità, nonostante un passo gara inferiore a quello della Ferrari molto più efficace nella gestione delle gomme.

P5 per Lando Norris con la McLaren, ancora una volta davanti al compagno di squadra Daniel Ricciardo (P12) escluso dalla Q3. Il giovane pilota inglese mostra sempre un ottima verve, questa volta però smorzata da una vettura leggermente sottotono e poco reattiva in particolare sulle curve più lente.

Menzione d’onore per un superbo Antonio Giovinazzi che agguanta la Q3 con molta decisione, classificandosi infine in P10 sulla griglia di partenza.

Antonio Giovinazzi – Alfa Romeo Racing ORLEN

Questa la classifica finale delle qualifiche ed i tempi delle tre sessioni:

Immagine
, , , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

1 Comment

  1. […] Formula 1 | GP di Monaco: Leclerc, una pole col botto. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.