Tempo di lettura: 3 minuti

Nick De Vries vince il Round 5 sotto la pioggia battente di Valencia e le innumerevoli Safety Car in pista. L’ olandese dopo aver risparmiato energia, rimanendo dietro a Felix Da Costa, sopravanza il brasiliano con la batteria all’asciutto nel giro finale. La Mercedes di Vandoorne partita in ultima posizione, dopo la penalizzazione, riesce a recuperare fino al P3, risparmiando batteria. P2 per Nico Muller con Dragon-Penske.

Un finale a sorpresa, assegna a Nick de Vries il GP di Valencia di Formula E, Round 5 della settima stagione del Campionato del Mondo.

Nick De Vries – Mercedes EQ team

Nel diluvio del circuito Ricardo Tormo, un finale di gara incredibile stravolge una classifica di arrivo consolidata ormai da diversi giri. Negando ad Antonio Felix Da Costa una vittoria ormai certa.

La sconfitta è maturata con un errore del team DS Techeetah che valutando in maniera errata il consumo elettrico della sua vettura ha impedito al brasiliano di conquistare il gradino più alto del podio.

Dopo l’ultima safety car infatti, il gruppo guidato dalla DS Techeetah di Da Costa è transitato sul traguardo quando mancava una manciata di secondi al termine del conto alla rovescia dei 45 minuti. Oltre il quale il regolamento prescrive la percorrenza di un ulteriore giro di pista. Il brasiliano, convinto di essere in testa e di aver terminato la gara, trovandosi in debito di energia al successivo passaggio ha rallentato.

Antonio Felix Da Costa – DS Teechetah

Lasciando il primo posto ad un incredulo De Vries con ancora il 3% di elettricità nelle batterie.

Squalificati al termine, Oliver Rowlands ed Alexander Sims arrivati in seconda e terza posizione al traguardo

Diametralmente opposto a quello del team DS, il comportamento della squadra Mercedes EQ. Che con una disciplina tutta tedesca, dopo il gravissimo errore costato la Pole a Vandoorne, recupera. Raccomandando a De Vries di rimanere “al traino” in P2 alle spalle della Teechetah di Da Costa e permettendo così un risparmio di energia, fondamentale al termine. L’olandese si dichiara molto soddisfatto della strategia del suo team al termine.

“Sono molto felice per la vittoria, un risultato inaspettato dopo una gara complicata a Roma e la penalità di oggi. Il team ha fatto un lavoro perfetto per il calcolo dell’energia, ottenere questo risultato è fantastico per me”.

Incredibile la risalita del suo compagno di squadra Stoffel Vandoorne, partito in ultima posizione, che grazie alle defezioni energetiche degli avversari durante l’ultimo giro riesce a raggiungere la 3^ posizione. Una gara, quella del belga, condotta all’ assalto non senza qualche errore che senza la debacle della concorrenza non gli avrebbe consentito l’arrivo a podio.

 “Sono molto sorpreso del podio” ha affermato Vandoorne alla fine. “Penso di non dover essere dopo una gara così strana. Pensavo di non riuscirci, ma è successo di tutto, il ritmo è stato buono e ho salvato energia per il finale. Una strategia che paga, questo ci fa capire quanto sia pazza la Formula E. La cosa che conta è il podio, congratulazioni anche a De Vries per la vittoria”

Incredulo Nico Muller in P2. Lo svizzero guadagna un podio inaspettato, sia per lui che per la Dragon- Penske Motorsport, dopo una gara condotta nelle retrovie cercando di risalire la classifica. Anche per lui è risultato determinante il risparmio di un briciolo di energia al termine, uno degli aspetti più importanti delle gare di Formula E, che gli ha permesso di sopravanzare gli altri piloti.

Domani la rivincita con la 2^ gara in programma sul circuito di Valencia.

Questa la classifica al termine:

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.