Tempo di lettura: < 1 minuto

Anche questa settimana Full Gas stila le pagelle della gara disputata. Eccovi i nostri giudizi sui protagonisti del Gran Premio del Made in Italy e dell’ Emilia Romagna.

Pos.N.PilotaVotoCommento
133Max Verstappen10Accende la gara sin dal via. Eccezionale in partenza mantiene la testa alta e forse alla prima curva innervosisce anche Hamilton. Campione.
244Lewis Hamilton7Bravo ma non bravissimo. In realtà comincia anche lui a sbagliare qualcosa e lo fa nel momento sbagliato. Imperfetto.
34Lando Norris9Una grande gara per uno dei ragazzi migliori. Esalta la McLaren e si prende la rivincita di quei pochi millimetri persi in qualifica. Velocissimo.
416Charles Leclerc8Combatte per la Ferrari e regala al Cavallino tante speranze nonostante la bandiera rossa. Si conferma come uno dei migliori e sa di esserlo. Ed ora vuole il podio. Determinato.
555Carlos Sainz Jr7Vuole imparare e sta continuando a farlo. Rimprovera molto se stesso ma nello stesso tempo, migliora sempre di più e lo fa con costanza. Prudente.
63Daniel Ricciardo5Cerca ancora l'adattamento alla vettura e forse non fa tutto quel che deve fare. Attento a Lando: lui è tutta un'altra cosa. Opaco.
718Lance Stroll6Si da da fare per non far sfigurare l'azienda di famiglia per quel che può. Nonostante la "verdona" sia ancora indietro porta a casa punti. Ligio.
810Pierre Gasly6L'Alpha Tauri sbaglia la strategia iniziale (full wet invece che intermedie) e lui ne paga le conseguenze. Ci mette del suo per recuperare ma fa qualche errore e non può fare di più. Incostante.
97Kimi Raikkonen7Si impegna al massimo e regala all' Alfa Romeo 2 punti comunque importanti. Highlander.
1031Esteban Ocon5Continua ad essere anonimo in gara (parte in P9 e arriva in P10) nonostante sia stato più veloce di Alonso per tutto il weekend. Indecifrabile.
1114Fernando Alonso5La pioggia di Imola non fa bene a Fernando che rimane sempre dietro a Ocon. Forse ha bisogno ancora di tempo (o di un'altra auto!). Crescente.
1211Sergio Perez4Nonostante la P2 di ieri non sfrutta in alcun modo la posizione. Con i due errori dietro la safety car si rimangia tutto quello di buono che ha fatto in gara. Disattento.
1322Yuki Tsunoda4Sbatte in qualifica ed in gara si prende una penalità di 5 secondi per infrazione dei track limits. Si gira dietro la safety car…cos'altro? Avventato.
1499Antonio Giovinazzi6Avrebbe tranquillamente raggiunto i punti ma una visiera a strappo gli blocca la presa d'aria dei freni. Si ferma ma non riesce più a riprendere il ritmo. Sfortunato
155Sebastian Vettel4Continua la discesa vertiginosa del tedesco verso l'oblio. Aiutata anche da una Aston Martin AMR21 che lo lascia da solo all' ultimo giro. Cadente.
1647Mick Schumacher4Il testacoda in regime di safety car, fa un po a pugni con il cognome che porta. Conclude comunque davanti al compagno di squadra. Acerbo.
179Nikita Mazepin2Qualcuno già lo chiama "Maze-spin" e forse ci sarà un perché... Inutile
DNF77Valtteri Bottas3Bottas chi, verrebbe da chiedersi vista l'invisibilità mostrata per tutto il weekend. Lo vediamo solo quando, fermo a bordo pista, prende "letteralmente" gli schiaffi da Russell. Trasparente.
DNF63George Russell4Ottima gara fino a quando sbatte fuori Bottas, mettendo le ruote sull' erba, disorientato dal finlandese che si difende un po' troppo. Prende a schiaffi il casco di Bottas che lo ringrazia con il dito medio. Iracondo.
DNF6Nicholas Latifi3Rientra in pista senza guardare, forse pensando di essere l'unico in gara,e combina il patatrack. Sbadato.
, ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.