Tempo di lettura: 3 minuti

Ci stiamo avvicinando alla prima delle due gare italiane di Formula 1 a calendario quest’anno. Vediamo come si stanno preparando i team

l’inizio del campionato mondiale di Formula 1 2021 in Barhain è stato sicuramente spettacolare, con Red Bull e Mercedes a contendersi la vittoria. I colpi di scena non sono mancati, così come le polemiche.

Se il buongiorno si vede dal mattino allora siamo di fronte a una stagione entusiasmante e incerta come poche altre volte lo è stata in passato.

Per carità, i domìni ci sono sempre stati i F1, ma il pubblico ha bisogno di spettacolo, di incertezza dei risultati e soprattutto di alternanza al vertice.

Mercedes sa perfettamente di non partire favorita per la vittoria nel GP del made in Italy e dell’Emilia Romagna, probabilmente Red Bull ha un pacchetto migliore in questo momento e le performance, soprattutto sul giro secco, lo dimostrano.

Imola è una pista che stimola i piloti a dare il meglio, attraverso i suoi sali-scendi, e l’ambiente dov’è collocata la pista fornisce una visuale senza paragoni.

Come abbiamo già descritto, quello di Imola è un circuito molto tecnico, che mette a dura prova non solo i freni delle vetture, ma anche la testa dei piloti, costretti ad una concentrazione massima. Il minimo errore e sei fuori, chiedetelo a Russel se non ci credete.

A Imola l’acceleratore si preme completamente per il 73% del tempo. una curiosità sulla pit lane, è la più lunga di tutto il circus, con i suoi 528 metri.

Esistono solo 7 circuiti al Mondo dove si gira in senso antiorario, Imola è uno di questi, insieme a Interlagos, Baku, Austin, Jeddah, Marina Bay e Yas Marina. Queste sono solo alcune delle curiosità di Imola.

A proposito del circuito, Toto Wolff ha dichiarato:

E’ una pista piuttosto stretta, che rende i sorpassi ancora più difficili, ma questo ci forzerà ancora di più a puntare su una buona strategia e le qualifiche saranno cruciali.

Siamo tutti stati molto entusiasti di tornare a Imola dopo 14 anni ed è stato ancora più speciale pensando che qui abbiamo conquistato il nostro settimo titolo mondiale costruttori.

non vediamo l’ora di tornare e vedere cosa riusciremo a fare questa volta

Conferme per Alfa Romeo

il GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna è l’occasione per alcuni team di consolidare i progressi visti in Barhain, come ad esempio Alfa Romeo.

Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi in azione – Photo DPPI

Il team principal Vasseur a questo proposito ha affermato:

Abbiamo avuto un buon inizio di stagione e questa è una buona base su cui costruire, a partire da questo fine settimana.

Abbiamo fatto un notevole passo avanti nelle prestazioni, forse uno dei più grandi in tutto il panorama, e ora siamo nella lotta a metà griglia, ma la top ten è dove devi finire per portare a casa i punti, quindi questo deve essere il nostro obiettivo per Imola.

L’anno scorso abbiamo ottenuto il nostro miglior risultato della stagione qui e possiamo prenderlo come un incoraggiamento, anche se sappiamo che ciò che abbiamo mostrato nel 2020 è solo un vago indicatore di ciò che possiamo aspettarci questa volta. Abbiamo visto quanto sia difficile sorpassare su questo circuito, quindi la nostra prestazione di sabato sarà fondamentale per assicurarci di arrivare in gara nella migliore posizione possibile per portare a casa punti.

Più o meno dello stesso parere i due piloti. Ecco cos’ha detto Raikkonen:

Siamo fiduciosi di poter essere al centro della lotta per i punti anche a Imola, ma non ci illudiamo che sarà facile. Abbiamo visto in Bahrein che anche un buon fine settimana non significa finire nei primi dieci, quindi sappiamo che dobbiamo continuare a spingere per migliorare tutto ciò che facciamo da giovedì a domenica: la differenza tra finire appena dietro i migliori team e fuori dai primi dieci sarà esigua.

sappiamo cosa è sotto il nostro controllo e cosa no, quindi dobbiamo solo assicurarci di guidare come sappiamo.

Antonio Giovinazzi chiude il cerchio, affermando:

Quello che abbiamo visto in Bahrain ci ha dato un grande impulso di fiducia e non vediamo l’ora di vedere quanto possiamo essere competitivi a Imola. Sappiamo di poter essere in lotta, ma sappiamo anche che dobbiamo offrire un weekend impeccabile per massimizzare i nostri guadagni: i margini sono molto piccoli a centro griglia, soprattutto in qualifica, e ogni piccolo dettaglio fa la differenza.

Mi piacerebbe finire bene la gara a Imola, in casa: avere tre gare casalinghe la scorsa stagione non mi ha viziato, è sempre una sensazione speciale correre in casa e questo fine settimana non sarà diverso

,
Fabrizio Monaco

Ideatore di Full Gas e pilota amatoriale. Mi interesso di tutto ciò che abbia quattro ruote, un telaio e un motore.

Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.