Mercedes EQ
Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo il disastro nel primo dei due Rome E-Prix, Il team tedesco conquista la vittoria in gara 2. CI sarà un dominio Mercedes anche in Formula E?

La strategia è stata determinante per portare Stoffel Vandoorne a vincere gara 2. Probabilmente, se non ci fosse stato l’episodio dell’entrata suicida di Lotterer in gara 1, Vandoorne avrebbe potuto gestire anche la prima gara romana.

Al momento la casa di Stoccarda si è aggiudicata due delle quattro gare fino ad ora disputate e si propone come seria candidata al titolo mondiale costruttori di Formula E.

De Vries è stato svantaggiato in qualifica, dovendo far rilevare il proprio tempo con il gruppo 1, ovvero quello che è sceso in pista con le condizioni peggiori di asfalto.

La pioggia della notte infatti ha reso tutto più difficile per chi è entrato in pista per primo.

A fine gara, Ian James, team principal Mercedes, ha dichiarato

L’ho già detto ieri: questa squadra ha dimostrato capacità di recupero per tutto il fine settimana. La squadra ha svolto un lavoro eccezionale lavorando fino a tarda ora per garantire che entrambe le nostre vetture fossero riparate per l’azione in pista di oggi. Non è stato facile, ma hanno fornito una prestazione straordinaria. e l’enorme mole di lavoro è stata risolta in tempo per le FP3. Dopo la dura giornata di ieri, abbiamo resettato tutto e ci siamo avvicinati a questo giorno come avremmo sempre dovuto fare e abbiamo fatto finora: un nuovo giorno, con nuove opportunità per La squadra, oggi ci ha portato quel riscatto ricercato.

Non mi piace definire una prestazione dominante, in quanto ciò minerebbe le prestazioni di tutti gli altri team e piloti oggi, ma penso che la prestazione di Stoffel possa essere definita quasi perfetta. È rimasto fuori dai guai nei primi giri di gara, per poi riuscire a lottare fino alla vetta. Congratulazioni a lui ea tutto il team che lo ha reso possibile.

Parlano i protagonisti

Ian James continua affermando:

Nyck è stato di nuovo meno fortunato oggi. Era in lotta per i punti da molto tempo, arrivando dalla P17, ma abbiamo visto cosa è successo nell’ultimo giro; ha avuto un incidente e non è riuscito a finire la gara. È un peccato non vederlo segnare punti questo fine settimana, ma ha dimostrato ancora una volta di cosa è capace.

Lasciare il secondo weekend di gara del campionato con una seconda vittoria della stagione è molto bello. Ma sappiamo anche di non aver trasformato ogni opportunità che abbiamo avuto questo fine settimana in un risultato, indipendentemente dal fatto che fosse dentro o fuori dal nostro controllo. Siamo entusiasti di correre di nuovo tra due settimane a Valencia, così possiamo mostrare al mondo di cosa siamo fatti

Il vincitore di gara 2, Stoffel Vandoorne, intervistato nel dopo gara, ha dichiarato:

Che vittoria straordinaria! In qualche modo compensa quanto accaduto ieri. Vincere la gara di oggi fa sicuramente sentire bene. Ieri è stata una vera montagna russa di emozioni. Prima di tutto, la pole position e poi il nostro ottimo ritmo seguito dall’incidente al primo giro e la successiva carica attraverso il campo per recuperare, e poi finalmente; l’incidente in cui ho dovuto evitare Lucas. È stato tutto piuttosto frustrante e probabilmente avremmo già dovuto ottenere buoni risultati ieri. Terminare il fine settimana così in alto oggi è fantastico.

Vorrei ringraziare tutti i membri del team e in particolare i miei meccanici, che hanno avuto il bel da fare per riparare la macchina dopo l’incidente. Ma oggi era tutto perfetto, compresa la strategia del team, che mi ha aiutato a ottenere il massimo da Sims. Non ero sicuro di cosa aspettarmi durante il periodo della safety car poco prima della fine, ma avevo ancora il fanboost, quindi ho potuto difendere la mia posizione. Non mi sentivo esattamente alla grande dopo essere stato comodamente in testa, ma non ho sbagliato nell’ultimo giro e sono riuscito ad assicurarmi la vittoria, che è quello che conta alla fine.

La Formula E si prende solo una settimana di pausa, tra 14 giorni si torna in pista, a Valencia, in un autodromo vero, non un circuito cittadino, dove gli equilibri possono cambiare.

Fabrizio Monaco

Ideatore di Full Gas e pilota amatoriale. Mi interesso di tutto ciò che abbia quattro ruote, un telaio e un motore.

Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.