JEV
Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo una gara pazza, JEV vince la prima delle due gare romane di Formula E 2021.

La pioggia bagna il circuito dell’EUR poco prima della partenza e questo costringe la direzione di gara a dare il via sotto safety car.

I meccanici NIO non ce l’hanno fatta a sistemare in tempo la macchina di Turvey. L’incidente nelle FP1 ha di fatto impedito al pilota di prendere parte al Rome E-Prix.

Allo start i piloti si studiano per un paio di giri primi di effettuare i primi sorpassi e c’è subito il primo colpo di scena. Lotterer si rende conto di essere più veloce di Vandoorne, ma tenta un sorpasso troppo azzardato. Il risultato è un contatto che porta entrambe i piloti a perdere tantissime posizioni.

Stoffel Vandoorne (BEL), Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 02, rientra dopo un incidente

Al comando si ritrova Rowland, seguito da Di Grassi, poi Vergne, Frijns, De Vries e Wehrlein.

Quando mancano 34 minuti al termine Di Grassi viene avvisato via radio che Rowland è sotto investigazione, in quanto ha utilizzato più potenza di quella concessa in un momento in cui non era permesso e molto probabilmente sarà penalizzato.

A distanza di 3 minuti arriva infatti la conferma: Rowland dovrà effettuare un drive through, con conseguente perdita di molte posizioni.

Di Grassi si ritrova in testa e può quindi gestire la strategia.

Inizia la danza degli attack mode ed iniziano in pista una serie di sorpassi e controsorpassi continui.

Quando mancano 30 minuti al termine, Sergio Sette Camara accusa un problema alla sua vettura, rallenta, ma poi riesce a riprendere il via.

Lo spettacolo continua

A 25 minuti dal termine la classifica vede Di Grassi in testa, poi Vergne, Frijns, De Vries, Wehrlein, Lotterer, Bird, Evans e Vandoorne.

Di Grassi è tra gli ultimi ad usufruire dell’attack mode, lo attiva quando mancano 20 minuti al termine, perdendo due posizioni e rientrando terzo.

Dopo la prima ondata di attack mode, quando mancano 19 minuti al termine, Vergne è in testa, seguito da Frijns, Di Grassi, De Vries, Evans, Bird, Wehrlein, Vandoorne e Lotterer.

Le due Jaguar risalgono pian piano la classifica con una gara solida e senza errori. Nel frattempo viene comunicato che Lotterer avrà 5 secondi di penalità a causa del contatto con Vandoorne ad inizio gara.

A 10 minuti dal termine i primi 4 prendono qualche secondo di vantaggio rispetto al gruppetto degli inseguitori, pur mantenendo un ritmo elevato e, di fatto , essendo in battaglia continua.

Quando mancano poco più di 6 minuti al termine succede di tutto. Di Grassi torna leader grazie ad un ottimo sorpasso su Vergne, ma poco dopo la sua Audi accusa un problema, costringendo il brasiliano a rallentare improvvisamente.

Il colpo di scena finale

Il problema tecnico causa scompiglio nelle retrovie. Stoffel Vandoorne, per evitare Di Grassi, passa con la sua vettura du un dosso che normalmente non viene percorso, la sua vettura si scompone, girandosi e terminando la corsa violentemente contro il muro.

Anche De Vries, che lo seguiva immediatamente dietro, rimane coinvolto, terminando la gara nella via di fuga di Curva 1. Entrambe le Mercedes quindi escono di scena. Fino a quel momento erano state protagoniste di un’ottima gara, con Vandoorne che era partito dalla pole, per poi essere di fatto penalizzato dal contatto con Lotterer preso da un eccesso di entusiasmo.

L’incidente costringe la direzione gara a far entrare la safety car quando mancano 3 minuti al termine e di fatto congela le posizioni.

La safety car precede Stoffel Vandoorne (BEL), Mercedes Benz EQ, EQ Silver Arrow 02

Vince quindi Vergne, con le due Jaguar di Bird ed Evans subito dietro e protagoniste di una rimonta clamorosa.

Bird ed Evans tra l’altro sono i piloti che hanno vinto le precedenti due edizioni del Rome E-Prix disputate negli anni passati. la capitale porta decisamente fortuna a questi due piloti.

A causa della mancanza del pubblico, per le restrizioni per il Covid, la cerimonia del podio è molto sobria, con la presenza dei soli addetti ai lavori.

Termina così il primo Rome E-Prix 2021, appuntamento domanica 11 aprile alle ore 13:00 per la seconda gara romana, che si preannuncia piena di spettacolo, esattamente come lo è stata quella odierna.

Jean-Eric Vergne (FRA), DS Techeetah, DS E-Tense FE21, arriva al podio da vincitore

Immagini per gentile concessione Formula E

, ,
Fabrizio Monaco

Ideatore di Full Gas e pilota amatoriale. Mi interesso di tutto ciò che abbia quattro ruote, un telaio e un motore.

Post Simili
Latest Posts from Full Gas

1 Comment

  1. […] Formula E | Vergne trionfa nella prima gara del Rome E-Prix 2021 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.