Tempo di lettura: 3 minuti
È appena iniziato il mondiale 2021 e Albert Park, il circuito di Melbourne, si rifà il look per la gara che si terrà il prossimo novembre in Australia. Con la modifica di 7 curve dell’ originario circuito, la velocità aumenta di circa 15 km/h con una media oraria prevista di circa 251 km/h in qualifica.

La Formula 1 2021 ha appena lasciato il Bahrain, ed in vista di un calendario particolarmente lungo (Covid19 permettendo…) i circuiti di fine campionato mettono a punto alcuni lavori di aggiornamento.

È il caso del circuito dell’ Albert Park a Melbourne. Sede storica del GP d’Australia, che dopo il rinvio a novembre di quest’ anno sta mettendo in cantiere un “lifting” di tutto rispetto.

La pista subirà importanti modifiche in 7 delle 16 curve.  Con una significativa riduzione dei tempi sul giro ed un netto aumento delle velocità medie di percorrenza.

Ma analizziamo nel particolare le modifiche in corso di realizzazione sul circuito Australiano.

Ampliamento delle Curve 1, 3 e 6
La variazione alla Curva 6

La sezione stradale della Curva 1 sarà ampliata per circa 2,5 metri alla destra dei piloti; una modifica che permetterà alle vetture una diversa e più veloce percorrenza della sequenza delle curve 1 e 2.

Sulla Curva 3, è in corso di esecuzione l’ampliamento della sezione trasversale in ingresso per circa 4 metri , sempre verso l’interno. Sezione per la quale è previsto anche un cambio di inclinazione rispetto alla attuale configurazione piatta.

Nell’ambito delle modifiche, la Curva 6 sarà ampliata di 7,5 metri, all’interno, permettendo l’aumento di velocità più alto di tutto il circuito nel nuovo layout. Con un incremento di circa 70 km/h che porterebbe l’attuale velocità in curva da 149 km/h a circa 219 km/h.

Eliminazione della Chicane alle Curve 9 e 10

La chicane alle attuali Curve 9 e 10 verrà rimossa; creando un tratto quasi rettilineo che sarà il più lungo del circuito e la conseguente potenzialità di una nuova zona DRS. Ciò permetterà di aumentare le possibilità di sorpasso e quindi quello che sarà lo spettacolo in pista.

I lavori alla Chicane di Curva 9 e 10
Ampliamento e riprofilatura plano-altimetrica delle curve 13 e 15

L’attuale Curva 13 verrà allargata di circa 3 metri e planimetricamente riprofilata rendendola più chiusa (per intenderci più a gomito). Allungando la staccata e consentendo quindi maggiori opportunità di sorpasso.

Anche l’attuale Curva 15 sarà ampliata, in inserimento, attraverso l’ espansione del nastro d’asfalto di 3,5 metri sulla parte esterna.

Entrambe le curve inoltre subiranno la variazione del camber (l’inclinazione della sezione trasversale) per fornire più linee di guida.

I tempi sul giro

Le variazioni apportate permetteranno, nella nuova configurazione, un drastica riduzione dei tempi sul giro, stimata addirittura nell’ ordine dei 5 secondi . Con una conseguente elevazione della velocità (specialmente in qualifica) di circa 15 km/h che attesterebbe nell’ ordine dei 251 km/h la percorrenza media sul giro.

L’ Albert Park già accreditato come uno dei circuiti più veloci dell’ intera Formula 1 diverrebbe così ancora più rapido; con somma gioia dei piloti che lo percorreranno. Una caratteristica, che nell’ ottica delle battaglie in pista, potrebbe essere motivo di un rinnovato spettacolo. Sia per quanto riguarda l’attuale stagione che, a maggior ragione, per quelle future concentrate sulla centralità del pilota più che su quella del mezzo.

A tale proposito anche il pilota della Mc Laren Daniel Ricciardo, “padrone di casa” del circuito australiano ha dato il suo parere sulle modifiche.

“La domenica del GP e rendere le giornate di gara più emozionanti, è quello che tutti vogliamo. E penso che queste variazioni siano nella giusta direzione . Gare migliori, più battaglie: i cambiamenti ci spingeranno verso questo. Con queste auto (2021) le modifiche dovrebbero aiutare molto. Ma dal 2022, se potremo seguire meglio la vettura che precede, arrivare in un circuito come Albert Park dovrebbe dare uno spettacolo piuttosto sorprendente.

Tutti questi cambiamenti torneranno utili la domenica e ci permetteranno di divertirci un po’. Renderanno le corse più vicine a tutti noi, ne sono abbastanza sicuro”.

Speriamo anche noi che Ricciardo abbia ragione e che tutto questo concorra a migliorare uno dei circuiti più classici dell’ intera Formula 1.

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.