Lewis Hamilton
Tempo di lettura: 2 minuti

il sorpasso decisivo di Verstappen su Hamilton è stato realizzato superando i track limits, ma in quante altre occasioni la direzione gara ha chiuso un occhio? Quanti pesi e quante misure si adottano nell’applicazione del regolamento dello sport più complicato del Mondo?

Secondo Christian Horner, l’ordine di restituire la posizione a Hamilton è arrivato dal direttore di gara, Michael Masi, con una decisione lampo arrivata qualche secondo dopo il sorpasso stesso. Un tempismo perfetto!

La decisione potrebbe sembrare anche giusta, se solo quei track limits fossero stati fatti rispettare a tutti, per esempio anche a Hamilton, che quei limiti li ha superati per ben 29 volte (leggasi ventinove) durante la gara.

Hamilton supera i track limits in curva 4 per ben 29 volte

e allora che facciamo? nemmeno un warning è stato dato da Michael Masi a Hamilton. Si potrebbe obiettare dicendo che si, è vero, li ha superati, ma nel caso del sorpasso di Verstappen si trattava di un episodio decisivo.

Beh, per valutare meglio la situazione basi pensare che ad ogni superamento di quei limiti, Hamilton ha guadagnato circa un decimo, che sommato a tutte le ripetizioni, diventano quasi 3 secondi.

Nell’economia di una gara dove i primi due sono arrivati a 7 decimi di distacco l’uno dall’altro, si capisce benissimo quanto questo dato sia importante.

Il sorpasso incriminato

Ma il discorso è ancora più ampio. La FIA non è mai stata bravissima a scrivere regolamenti che lasciassero poco spazio all’interpretazione e questo è uno dei casi. Ma allora perchè non rimettere la ghiaia fuori dal cordolo in quella maledetta curva 4 e abolire quest’abominio dei track limits?

Allora si che ne vedremmo delle belle. Se un pilota sorpassa un altro pur andando sulla ghiaia non ci sarebbe nulla da dire, credo. Anzi, lo osanneremmo tutti come fenomeno!

Ci ricordiamo il sorpasso di Zanardi al cavatappi a Laguna Seca? Vi immaginate se succedesse oggi? Già sento il team radio “Alex, hai effettuato il sorpasso oltrepassando i track limit. Devi restituire la posizione”. Un delitto nei confronti dello sport e dello spettacolo.

E poi io spenderei anche due parole sul muretto Red Bull che, a fronte di una comunicazione di Masi, china la testa e comunica a Max di restituire la posizione.

Verstappen aveva la macchina migliore, avrebbe potuto accettare il rischio di prendersi i 5 secondi di penalizzazione, dare il massimo e cercare di mettere un distacco maggiore tra lui e Hamilton.

Qual è il miglior modo di arrivare secondo, restituire la posizione oppure tirare come un matto e andare oltre la penalizzazione?

In questi mesi in cui i motori sono rimasti spenti abbiamo più volte cercato di capire quale fosse la formula segreta per ridare spettacolarità a questo sport; la FIA sembra agire in modo simmetricamente opposto, applicando il regolamento a suo insindacabile giudizio e a loro discrezione.

, ,
Fabrizio Monaco

Ideatore di Full Gas e pilota amatoriale. Mi interesso di tutto ciò che abbia quattro ruote, un telaio e un motore.

Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.