Romain Grosjean
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il pilota francese spiega la sua scelta di non correre la Indy 500 e le gare sugli ovali.

L’incidente in Barhein ha lasciato una cicatrice profonda nell’animo di Romain Grosjean.

L’ex pilota di Haas, che quest’anno correrà in Indy, ha dichiarato più volte di volersi tener lontano dagli ovali e la spiegazione che ha fornito è decisamente chiara

Per quanto mi piacerebbe disputare la 500 Miglia, sono consapevole che questa tipologia di circuiti presenta dei rischi maggiori e gli incidenti che si sono visti in passato sono stati impressionanti. I piloti guidano le monoposto a 210 miglia orarie uno accanto all’altro e questo è un rischio.

Questo è un mio limite che mi accompagna da dopo l’incidente del Bahrain”

Grosjean procede nelle sue dichiarazioni quasi liberatorie, aggiungendo altri dettagli riguardo la sua decisione

Se avessi 25 anni e non avessi figli farei tutta la stagione, senza dubbio. Ma sono un padre di tre figli e per due minuti e 45 secondi in Bahrain so che hanno pensato di aver perso il padre. Se fossi più giovane accetterei il fatto che il motorsport comporta dei rischi, ma essendo un padre non posso permettere che la mia famiglia riviva quei momenti

Vengono in mente le parole di Enzo Ferrari, il quale sostanzialmente iniziava a considerare meno competitivi quei piloti che iniziavano ad avere dei figli. All’epoca, si sa, gli incidenti mortali erano molto più frequenti e c’era molto più da perdere per un pilota.

oggi non è più così, ma evidentemente Grosjean ha vissuto un’esperienza troppo traumatica per lasciarsi tutto definitivamente alle spalle.

,
Fabrizio Monaco

Ideatore di Full Gas e pilota amatoriale. Mi interesso di tutto ciò che abbia quattro ruote, un telaio e un motore.

Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.