Tempo di lettura: 3 minuti

Nella mattinata di oggi La scuderia Alpine F1 ha ufficializzato la nomina di Davide Brivio a Racing Director, a partire dalla stagione 2021. La nomina, attesa da qualche giorno, porta un ulteriore frammento di Italia nella scuderia anglo-francese, oltre alla presenza dell’ A.D. Luca De Meo alla dirigenza della “casa madre” Renault. Come ultimo tassello nella composizione del team, si attende nelle prossime ore la possibile ufficializzazione di Marcin Budkowsky a team principal.

Alpine F1 prosegue la sua “marcia” verso il mondiale di F1 2021. Con l’ ufficializzazione del ruolo di Davide Brivio, ex Direttore Sportivo Suzuki in MotoGp e neo acquisto del team di Enstone, nell’ organigramma della squadra.

Brivio sarà Racing Director del team di F1. Un ruolo precedentemente svolto da Marcin Budkowski nella sua funzione di Executive Director all’ interno del team Renault DP World F1, dalle cui ceneri sta nascendo Alpine. Il tecnico italiano, riferirà direttamente al nuovo CEO della scuderia di Enstone, Laurent Rossi. Nominato nei giorni scorsi a capo del marchio transalpino.

Per Budkowski, si attende entro breve tempo la conferma ufficiale per l’incarico di team principal. Un ruolo chiave, che per il tecnico polacco dotato di grande esperienza in ambito FIA, sarebbe tagliato su misura. Il suo bagaglio di conoscenza potrebbe, rivelarsi decisivo per Brivio anche nei complicati rapporti politici tra la scuderia e la Federazione. Relazioni indispensabili nell’ ottica dello sviluppo tecnico-economico del team soprattutto in epoca di budget-cap.

Marcin Budkowski, Executive Director del team Renault F1

E proprio in termini di sviluppo il nuovo assetto del marchio Alpine ed in particolare la sua assegnazione al settore sportivo, fanno parte dell’ ambizioso piano di ristrutturazione di Luca De Meo per il marchio Renault denominato “Renaulution”.

Un riordino che senza dubbio si inserisce nell’ ottica di un piano industriale più ampio. Orientato a riequilibrare l’ enorme impatto esercitato dalla fusione dei gruppi PSA e FCA confluiti proprio ieri nella nuova entità industriale denominata STELLANTIS.

In squadra Brivio avrà a sua disposizione due piloti che andranno a comporre un insieme tanto eterogeneo in termini di età, quanto omogeneo in termini di stile di guida.

Da un lato l’ espertissimo Fernando Alonso, di ritorno dopo l’ assenza dalle piste durata due anni. Sempre più intenzionato a dimostrare che la sua età (41 anni nel 2021) non costituisce un limite alle abilità di guida. E proprio per questo esigente e propenso ad evidenziare qualsiasi difficoltà riscontrata all’ interno del team.

Dall’ altro il giovane Esteban Ocon (24 anni) ansioso di affermare in pista una carriera in crescita forse anche un po’ rallentata dalle altalenanti prestazioni della Renault degli scorsi anni. Ma anche più propenso ad accettare critiche costruttive ed osservazioni riferibili a suoi eventuali errori.

Fernando Alonso ed Esteban Ocon – Renault

Sicuramente, l’ abilità già evidenziata da Davide Brivio in MotoGp sia con campioni celebrati quali Valentino Rossi in epoca Yamaha, che recentemente con l’ emergente Joan Mir in Suzuki aiuterà il tecnico italiano, nella gestione del “fattore umano”.

E sarà determinante per aiutare Alpine al corretto mantenimento dei ruoli, oltre che all’ organizzazione proiettata alla stagione 2022 di un team che quanto a risorse si piazza già ai primi posti. In attesa che la presentazione del prossimo mese di febbraio sveli anche l’aspetto tecnico della stagione 2021.

, , , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.