Tempo di lettura: 2 minuti

Max Verstappen chiude alla grande la stagione 2020 con la vittoria al Gran Premio di Abu Dhabi. L’olandese si conferma con forza al terzo posto in classifica piloti ad 8 punti da Bottas. La Ferrari chiude un 2020 da dimenticare in P con Leclerc e in P con Vettel che saluta tutti e lascia la Rossa. Ottimo Albon, che cerca la riconferma in Red Bull con un P4 molto convincente.

Ancora Max Verstappen davanti a tutti, dopo l’ottima pole conquistata nel sabato di Abu Dhabi. Ed ancora davanti alle Mercedes di Bottas in P2 ed Hamilton in P3.

L’olandese e la Red Bull si affermano come gli avversario principali per le frecce nere. Che a Yas Marina si presentano meno prestanti rispetto al resto del campionato 2020.

Verstappen si assicura la testa della gara sin dal primo giro, bruciando in partenza un Bottas non particolarmente reattivo ed un Hamilton sicuramente ancora abbastanza provato dalle due settimane di stop per il contagio da Covid19.

Ed anche la Red Bull si conferma come la vettura più vicina alle Mercedes, riuscendo anche con Alex Albon a conquistare un P4, a pochi decimi dal terzo gradino del podio, decisamente positivo per il pilota thailandese. Potrebbe essere la gara che Albon cercava da tempo per riassicurarsi il sedile della Red Bull anche nel 2021.

Buonissima prestazione anche per la McLaren che si assicura il terzo posto in classifica costruttori davanti alla Racing Point.

Un grande Lando Norris in P5 ed un Carlos Sainz solido e regolare in P6, mostrano gli ottimi miglioramenti della vettura inglese, che si avvia al cambio della motorizzazione nel 2021, rispetto ad un inizio campionato un po’ incerto.

La gara di Abu Dhabi per la Ferrari si esprime chiaramente nelle parole di Sebastian Vettel che ai microfoni di Sky afferma sorridendo amaramente “…non parliamo della gara…”. Verrebbe da dire “finalmente è finita” ripensando ad un 2020 da dimenticare.

Anche oggi il P13 di Leclerc ed il P14 di Vettel parlano da soli di una vettura inguidabile che al netto delle difficoltà tecniche affonda senza appello anche nella strategia di gara.

Sebastian Vettel lascia dopo 6 stagioni  la Ferrari, cantando Azzurro di Celentano, con un testo completamente dedicato ai tecnici che in questi anni lo hanno seguito in questi anni.

Degno di menzione il 12°posto di Raikkonen, su Alfa Romeo, che comunque riesce a spremere l’impossibile dalla sua vettura, in chiusura di un 2020 che lo vedrà se non altro recordman per l’età.

questa la classifica finale della Gara:

Si chiude un 2020 cha ha festeggiato un settantennio di F1 in un modo decisamente anomalo.

Speriamo in un 2021 un po’ meno “nero Mercedes” ed un po’ più colorato, che riconsegni lo spettacolo agli appassionati.

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.