Tempo di lettura: 3 minuti

Nulla di nuovo sulla sabbia del Bahrain. La Mercedes domina le qualifiche con la 98^ pole position di Lewis Hamilton ed il P2 di Valtteri Bottas a tre decimi. Le due Red Bull, seguono le frecce nere con Verstappen ottimo terzo e Albon, in cerca di conferme, quarto. Disastro annunciato per la Ferrari, fuori dalla Q3, con Vettel in P11 e Leclerc in P12. Testacoda senza conseguenze per Sainz che chiude in P15.

Lewis Hamilton e la sua Mercedes W11 anche in Bahrain conquistano l’ennesima Pole Position di questo campionato 2020 oramai agli sgoccioli. Per il pilota anglo caraibico è la 98^, a due sole lunghezze dalla cifra tonda di 100. Un traguardo che visti i risultati raggiunti, sembra ampiamente alla sua portata.

Hamilton non sembra ancora sazio di successi e conquista di forza una P1, a quasi tre decimi dal compagno di squadra Bottas, che è solo un altro lucente gradino della scalata che lo ha condotto al settimo mondiale.

È la 10^ pole position di quest’ anno per Hamilton che stabilisce anche il record assoluto per la configurazione chiamata “Grand Prix Circuit” (quella più classica di questo tracciato) in 1’27″264.

Il neo Campione del Mondo ha condotto in maniera dominante tutte e tre le sessioni di qualificazione. Dettando il passo con una tranquillità quasi imbarazzante, senza mai cedere a sbavature od errori di alcun tipo.  Una superiorità di guida che, al di là di quella del mezzo, lo conferma ulteriormente come una delle leggende di questo sport.

In seconda posizione Valtteri Bottas che, nonostante la superiorità della Mercedes W11, non regge il confronto con un compagno di squadra decisamente fuori dal comune.

Il finlandese ha condotto infatti una buona qualifica. Senza però riuscire a curare i dettagli, in particolare nel giro finale della Q3, chiudendo a 0,289” da Hamilton.

Ottimo Verstappen, che con 0,414” di distacco dal capofila, conferma ulteriormente (se mai ce ne fosse bisogno) la maturazione di un talento di altissimo livello. Una caratteristica che, unita alla buona prestazione della Red Bull nel passo gara, gli permetterà di raggiungere il podio abbastanza agevolmente.

La prestazione della vettura della scuderia di Milton Keynes trova, nel P4 in griglia di Alex Albon, un ottima conferma. Che potrebbe non aiutare il pilota thailandese (protagonista di un brutto incidente nelle FP2) ad ottenere automaticamente un sedile per il 2021.

Nulla di nuovo per la Ferrari a Sahkir. La vettura del Cavallino ed i suoi piloti faticano molto nel concludere una qualifica difficile ed insidiosa che migliora di pochissimo i risultati della FP3 .

La SF1000 è nervosa, imprecisa, manca totalmente di potenza e di grip su un circuito dove, a causa della presenza di sabbia sulla pista, l’aderenza all’ asfalto è necessaria. Non aiuta il passaggio in Q3 neanche l’utilizzo della gomma gialla, preferita a quella soft in Q2 dai tecnici del Cavallino.

Una scelta determinata dal forte degrado delle prestazioni delle gomme Pirelli. Degrado derivato principalmente dal surriscaldamento delle coperture utilizzate, qui in Bahrain, in condizioni di temperatura non usuali rispetto ai normali circuiti.

Le Rosse di Maranello, chiuderanno con un Vettel, particolarmente rilassato, in P11. In vantaggio su un insoddisfatto e nervoso Leclerc, dodicesimo, per soli 16 millesimi di secondo.

Escluso dalla Q2 Carlos Sainz, a causa del testacoda innescato da un guasto alla trasmissione della sua McLaren, chiude senza tempi ufficiali al 15° posto. L’uscita di strada dello spagnolo determinerà poi l’esposizione della bandiera rossa.

Si riconfermano, infine, come due dei migliori piloti della F1, Sergio Perez (P5) e Daniel Ricciardo (P6) che, agguantano le posizioni immediatamente dietro il quartetto di testa.  

Domani alle 15:10 la partenza della prima delle due gare previste sul circuito di Sahkir, che per l’occasione utilizzerà la prima delle due configurazioni di tracciato di cui potrà disporre in questo campionato 2020.

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

1 Comment

  1. […] F1 | GP Bahrain: Mercedes domina le qualifiche. Ferrari fuori dal Q3 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.