Tempo di lettura: 3 minuti

Il circuito di Sakhir, in Bahrain, ospiterà in questo fine settimana e nel prossimo il Circus della F1, eccezionalmente in un doppio appuntamento. La gara sarà disputata su due configurazioni diverse del circuito. Quella tradizionale e quella più breve denominata “Outer Circuit” sulla quale la F1 non aveva mai corso.

Il Circus approda in Medio oriente per il GP del Bahrain per un singolare doppio appuntamento sul circuito di Sakhir.

Il primo fine settimana in programma sarà quello del Gran Premio del Bahrain. La manifestazione si terrà in questo caso nel tracciato più classico lungo 5,412 km, nel tardo pomeriggio e in serata.

Questo circuito, nella configurazione che vedremo domenica, nel 2019 è stato teatro della prima delle vittorie che hanno portato Lewis Hamilton al sesto titolo mondiale.

Il fine settimana successivo sarà invece la volta del Gran Premio di Sakhir. Si terrà di notte su una configurazione in stile ovale (denominata “Outer Circuit”) corto da 3,543km e con solo 11 curve. Il tempo sul giro in questo caso dovrebbe essere inferiore a un minuto e con 87 tornate, avrà anche il numero di giri più alto dell’anno.

Il circuito del Bahrain è una vera e propria cattedrale nel deserto, fortemente voluta dall’erede al trono Sheikh Salman bin Hamad Al Khalifa. La sua costruzione infatti venne finanziata nel 2002 da vari fondi d’investimento che fanno capo al Governo locale.

L’impianto, sorge in una zona desertica alla periferia di Manama, capitale del Regno del Bahrain (una enclave dell’Arabia Saudita). Prevede una capienza di circa 50.000 spettatori. Un numero decisamente ridotto rispetto alla capienza media dei circuiti classici su cui si corrono le gare del campionato di F1.

Veduta aerea della zona box del circuito di Sakhir

L’asfalto risulta particolarmente abrasivo e occorrono una buona trazione in uscita di curva e buone velocità di punta per affrontare i lunghi rettilinei del circuito arabo.

Con queste caratteristiche della pista, le monoposto utilizzano un carico aerodinamico medio. Ma basta anche un po’ di vento – che qui soffia abbastanza spesso – per compromettere stabilità in frenata della monoposto ed entrata in curva. Anche a causa della sabbia trasportata in pista.

Notevole risulta la frenata in fondo al rettilineo d’arrivo, che conduce a un tornantino considerata dai piloti un ottimo punto per superare. Le curve 9 e 10 non offrono riferimenti visivi sul punto di corda e, proprio per questo, richiedono grande sensibilità per l’inserimento ed una notevole esperienza nella conduzione della frenata.

La mescola in pista quest’anno è di un livello più morbida rispetto a quella dello scorso anno, dove la maggioranza dei team ha effettuato due pit stop. Questo perché nel 2019 i piloti si sono concentrati solo sui due compounds più morbidi, ritenendo che la C1 fosse troppo dura.

Le mescole scelte per gli pneumatici rimarranno le stesse anche per il secondo appuntamento sul circuito degli Emirati, nonostante il cambiamento della configurazione del tracciato.

Nella prima gara, il Gran Premio del Bahrain appunto, la Pirelli ha predisposto i team per due set di pneumatici C3 2021 da campionare venerdì per ciascuna vettura. Oltre alla consueta dotazione per il fine settimana costituita da due set di gomme dure, tre set di medie, e otto di gomme soft.

Un’opportunità simile sarà data ai team anche nelle FP2 al Gran Premio di Abu Dhabi di chiusura della stagione con un set di pneumatici C4 per ogni pilota.

In questo contesto la nomination di pneumatici più morbida di quest’anno dovrebbe mettere in gioco tutte e tre le mescole.

Il week end del Barhain sarà trasmesso in diretta da SKY Sport F1 dalle ore 12:00 di venerdì 27 novembre con le FP1. Così come le qualifiche del sabato (ore 15:00) e la Gara di domenica (ore 15:10). TV8 trasmetterà in chiaro ma in differita le qualifiche del sabato (ore 18:30) e la Gara di domenica (ore 18:00)

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

2 Comments

  1. […] F1 | Bahrain 2020: doppio appuntamento prima del Gran Finale. […]

  2. […] F1 | Bahrain 2020: doppio appuntamento prima del Gran Finale. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.