Tempo di lettura: 3 minuti
Il campionato 2020 sta volgendo al termine e la stagione 2021, inizierà con alcune novità. Prima fra tutte quella che vedrà a capo degli organi direttivi del F1 Group un nome famoso nell’ambito del motorsport: quello di Stefano Domenicali. Il nuovo CEO, ha rilasciato una breve intervista in cui evidenzia alcuni propositi per il futuro della F1.

Lo scorso 25 settembre ha segnato un nuovo capitolo per la F1: la nomina di Stefano Domenicali a capo di Formula 1® Group, al posto di Chase Carey.

Domenicali, 55 anni, imolese, ex team principal Ferrari, sarà uno degli uomini più importanti nel panorama dell’ automobilismo sportivo dei prossimi anni.

Stefano Domenicali – Ex team principal Ferrari

Proprio su questi temi, è stato intervistato in occasione della “consegna” del premio Tartaruga da parte dell’Unione Italiana Giornalisti dell’Automobile (UIGA) lo scorso 31 ottobre.

Dopo aver ricordato la sua esperienza come CEO di Lamborghini, il manager emiliano, ha accennato a quello che sarà il suo programma per la F1.

“Devo dire che la filiera delle formule – F4, F3 e F2 – sta portando in alto dei piloti come non mai forti, competitivi, giovani, aggressivi, spavaldi. E questo è un bene per la F1. Quindi dobbiamo dall’ altra parte fare in modo che, tra circuiti giusti e regolamenti tecnici che mettano a disposizione di questi piloti macchine che siano più o meno abbastanza simili, siano poi loro i protagonisti dello spettacolo. Questo dovrà essere il centro dell’attenzione nel futuro.”

È una dichiarazione d’intenti, che seppur breve, lascia già intravedere quelle che saranno le linee guida della F1 dell’ “era Domenicali”.

Una F1 in cui il pilota sarà sicuramente il centro dello spettacolo. L’elemento principale sul quale puntare per il riavvicinamento di appassionati e sponsor ad una F1 che negli ultimi anni ha perso interesse.

Il manager imolese sembra tenere in grande considerazione il ruolo che la crescita di nuove leve provenienti dalle formule minori può svolgere nell’ambito della ricerca di un rinnovato interesse (in particolare tra i giovani) verso il Circus e l’automobilismo in generale.

E per far questo, la “cura Domenicali”, sembra anche voler mettere mano alla differenziazione tra le vetture. Che contrariamente al passato dovrebbero in qualche modo rendersi “…abbastanza simili…”, per citare un passaggio della sua dichiarazione.

Cosa possa intendersi da tale affermazione al momento non è dato saperlo.

Possiamo però supporre che un maggiore avvicinamento tra le caratteristiche tecniche delle auto in pista avverrà. Anche in conseguenza dell’applicazione del cosiddetto Budget-Cap, il limite economico imposto dalla FIA alle scuderie.

Sicuramente, la tendenza delle linee guida del manager emiliano, sembra allinearsi a quella della proprietà di F1 Group. Quella di un contesto più simile a quello del panorama americano (ad esempio della IndyCar).

Stefano Domenicali e Chase Carey – F1

Questo anche nell’ ottica di un maggior coinvolgimento della F1 anche nel mercato di oltreoceano. Mai particolarmente entusiasta delle gare che si svolgono sulle piste del Circus.

In questo modo Domenicali non raccoglierebbe il favore dei fan di una F1 lo vedevano come possibile fautore del ritorno ad una F1 più genuina.

Una F1 legata più alla propria storia sportiva che ad una frenetica ricerca dell’ottimizzazione economica.

Nei prossimi mesi speriamo che nel suo programma venga chiarito meglio quel riferimento alle “macchine simili”.

E che la F1 nonostante tutto possa ritrovare lo smalto perso conservando comunque una sua identità ben distinta da quella di altre competizioni.

,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

4 Comments

  1. […] F1 | Il pilota al centro dello spettacolo nella “cura Domenicali”. […]

  2. […] F1 | Il pilota al centro dello spettacolo nella “cura Domenicali”. […]

  3. […] F1 | Il pilota al centro dello spettacolo nella “cura Domenicali”. […]

  4. […] F1 | Il pilota al centro dello spettacolo nella “cura Domenicali”. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.