Tempo di lettura: 3 minuti

Il pilota giapponese di F2 Yuki Tsunoda, scenderà in pista oggi ad Imola al volante di una Toro Rosso STR13 del 2018. Il test privato fa parte del piano di AlphaTauri per preparare il 2021 del pilota giapponese. Lo aiuterà anche verso la qualificazione ufficiale per una superlicenza. La conferma di Kvyat alla guida della seconda Alpha Tauri, nella prossima stagione, sembra allontanarsi nonostante il 4° posto di Imola.

Il giovane Yuki Tsunoda, attualmente in forza al team Carlin nel Campionato Mondiale di F2, proverà in pista oggi ad Imola una vettura di F1 dell’universo Red Bull in un test privato.

Tsunoda ha 20 anni, proviene dal mondo dei kart e dopo aver vinto il campionato giapponese di F4, ha disputato il campionato FIA di Formula 3 2019 approdando in F2 alla guida di una vettura del team Carlin.

Il giovane rookie, risorsa preziosa del Red Bull Junior Team, è una delle promesse provenienti dal campionato cadetto. Insieme a Mick Schumacher e Callum Illott, che potrebbero trovare un sedile nel prossimo campionato di F1 2021.

Attualmente è terzo i classifica con 147 punti, quando mancano due soli fine settimana in Bahrain alla conclusione del campionato. Ma è tallonato da altri tre notevoli talenti della formula cadetta.

Yuiki Tsunoda – Team Carlin

Christian Lundgaard, Robert Shwartzman e Nikita Mazepin sono infatti tutti a soli sette punti da lui, rendendo possibile il suo scivolamento in classifica. Un evento che gli impedirebbe l’acquisizione automatica della Superlicenza, riservata secondo i regolamenti federali ai primi quattro classificati.

Franz Tost, team principal di Alpha Tauri, sarà presente al test di oggi anche in qualità di osservatore.

“Yuki Tsunoda deve abituarsi a una macchina di Formula 1” ha dichiarato. “E la sua prima uscita su una vettura di Formula 1 è qui a Imola. Non è una pista facile e lo istruirò nel miglior modo possibile su cosa fare. Vogliamo fare con lui una sessione di almeno 300 km, per ottenere il permesso dalla FIA di fare eventualmente una FP1 in Bahrain o ad Abu Dhabi. Vedremo se sarà necessario. Dipende da dove andrà a finire nel campionato piloti di F2. Se sarà nei primi quattro, potrà ottenere automaticamente una superlicenza. Se sarà quinto forse avrà bisogno prima di due FP1 in F1, perché queste consentono di ottenere un punto ciascuna”.

Tost ha anche ribadito che il test di Tsunoda non è legato alle pressioni esterne esercitate dagli sponsor sull’ Alpha Tauri (in particolare quelle della Honda).

Yuki Tsunoda – Team Carlin

“Assolutamente no. Il suo arrivo in AlphaTauri sarà merito solo delle sue performance, non c’entrano nulla gli sponsor. E’ sempre stato così sia in Toro Rosso che in AlphaTauri. Dobbiamo essere certi che il pilota abbia le capacità e le competenze necessarie per ottenere successi in Formula 1. Siamo anche la squadra sorella della Red Bull e loro si aspettano dei buoni piloti da noi”.

Il team di Faenza ha già riconfermato Pierre Gasly come prima guida nel 2021 dopo le ottime prestazioni realizzate negli scorsi gran premi e nonostante la sfortunata trasferta Imolese del pilota Transalpino.

Ma con l’arrivo di Tsunoda e con la possibile retrocessione di Alex Albon dalla Red Bull sembra sempre più probabile un allontanamento di Dany Kvyat dal secondo sedile Alpha Tauri.

Anche su questo Tost ha dato il suo parere e nell’ottica di un avvicendamento tra giovani piloti ha dichiarato:

Franz Tost – Alpha Tauri

“E’ meglio avere la coda di piloti fuori dalla porta piuttosto che non avere nessuno. Credo che la decisione arriverà presto e sarà presa dalla Red Bull. Noi non abbiamo fretta. Tutto dipenderà da come si posizionerà in classifica Tsunoda. Questo è l’elemento importante”.

L’esperienza di Tsunoda è la riprova di come la F2 continui a fornire giovani campioni ad una F1 sempre più in difficoltà, della quale addirittura Lewis Hamilton sembra un po’ stanco (la sua dichiarazione di Imola, nonostante l’improbabilità dell’evento, lo lascia trasparire).

La serie cadetta ad oggi offre infatti un agonismo ed uno spettacolo molto più simili alla F1 “old style” degli anni ’70-’80 fatta di sorpassi al limite, che al “politically correct” ingessato delle ultime gare della formula regina.

La F1 è un ambiente al quale, forse, un ricambio generazionale unito alla rivoluzione regolamentare prevista per il 2022 potrebbe restituire nuova linfa, restituendo interesse e spettatori ad uno spettacolo che pian piano stiamo dimenticando.

, , ,
Post Simili
Latest Posts from Full Gas

1 Comment

  1. […] F1 | Alpha Tauri: Yuki Tsunoda in un test privato ad Imola. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.